Giuseppe Quaranta, pugliese ma da tanti anni residente a Bologna, nasce come chitarrista e polistrumentista. Ad aprile del 2016 è uscito il suo primo album da solista, che lo vede autore di musiche e testi e dove è impegnato nel suonare tutti gli strumenti. Un album indipendente, vicino alla tradizione della canzone d'autore italiana, dove è possibile trovare in qualche caso le diverse fonti di ispirazione come Franco Califano, Piero Ciampi, Domenico Modugno, Baglioni, Gino Paoli e la scuola genovese. Il tutto miscelato alle sonorità elettroacustiche e con qualche richiamo al mondo del progressive dei ‘70.

Il disco “ Le regole del felicità” è anticipato dall'uscita di alcuni singoli in particolar modo la canzone che da il titolo all'album ( che vede un video con disegni originali di Pietro Franca, alias Mastro Pennello ) e il Tempo, con un video girato principalmente per le strade di Bologna per la regia di Oscar Serio e con la partecipazione dell'attrice Martina Sacchetti. Ad aprile del 2017 esce il video di “ Libera “ , per la regia di Victor Kalman.
La distribuzione digitale è affidata alla Fonofabrique di Bologna.

A settembre del 2016 ha vinto il Premio della critica all’Umbria Voice Festival, con la canzone “ Libera “. Nel dicembre del 2016 l'album “Le regole della felicità” si è piazzato al 18esimo posto su oltre 2000 dischi usciti nel 2016 e votati dai lettori del sito www.rockit.it Il 1 aprile 2017 è tra i finalisti al Secondo Premio Internazionale Salvatore Quasimodo nella sezione testi musicali, ottenendo una Menzione di Merito per la canzone “ Un attimo “.
Nel dicembre del 2016 l'album “Le regole della felicità” si è piazzato al 18esimo posto su oltre 2000 dischi usciti nel 2016 e votati dai lettori del sito www.rockit.it